geocasa biella



RICERCA VELOCE:

 
 

Ricerca Avanzata

Comune:

 
Tipologia:

 
Condizioni:

 
Metri quadri indicativi:

 
Prezzo indicativo:

 
Box/Posto auto:

 
Tipo riscaldamento:

 
Camere:

 
Bagni:


 

annulla criteri di ricerca


Campagna promozionale

Garanzia di compravendita

TopBiella ultimi piani




geocasabiella domande frequenti

 



trasparenza GEOCASA
domande frequenti
non vogliamo lasciare spazio ai dubbi


Richiedi un
sopralluogo
senza impegno
per valutare
il tuo immobile

clicca-qui
Domande Frequenti (F.A.Q.)

Le Frequently Asked Questions, meglio conosciute con la sigla FAQ, sono letteralmente le "domande poste frequentemente"; in questo caso più esattamente sono una serie di risposte stilate dallo Studio Geocasa, alle domande che vengono fatte più frequentemente dalla clientela. Vi sono infatti domande ricorrenti alle quali si preferisce rispondere pubblicamente con un documento affinché non vengano poste troppo spesso, in modo da sciogliere i dubbi dei clienti.

D: Domande poste più frequentemente dai clienti

R: Risposte fornite dallo studio Geocasa

D: Quanto vale il mio immobile al mq. in zona...?

R: Il prezzo al mq è un valore molto indicativo. Le variabili che concorrono nell’attribuire il valore ad un immobile sono molteplici e quindi, per una corretta e professionale valutazione, è fondamentale un sopralluogo.

D: Ho un alloggio da vendere composto da Cucina, Soggiorno, etc...Avete già un cliente?

R: Le richieste di immobili che arrivano in ufficio sono molteplici e tra le più disparate, ma poter dire di aver subito il cliente è abbastanza improbabile, anche se ci piacerebbe. Troppe le variabili che influiscono. A meno di colpi di fortuna un immobile va proposto e pubblicizzato nel modo più professionale per massimizzare le possibilità di vendita.

D: Negli annunci i mq degli alloggi sono netti o lordi?
R: Gli annunci, a meno che non sia specificato, parlano sempre di mq lordi il che comprende la superficie dell’immobile all’esterno dei muri perimetrali,1/2 dei balconi o terrazzi, 1/3 delle cantine ed, a volte, una percentuale delle parti comuni.

D: Avrei bisogno di una valutazione del mio immobile. È gratuita?
R: Generalmente le agenzie immobiliari offrono la loro professionalità nel valutare un immobile gratuitamente a patto che venga conferito loro un incarico di vendita. Nel caso si voglia semplicemente sapere quanto vale il proprio immobile il costo della stima varia in base al valore finale ed alla sua complessità.

D: Ho un immobile da vendere. Quanto prendete di provvigione?

R: A priori non si può dire la percentuale in quanto dipende dal valore dell’immobile, dalla difficoltà di vendita, dal impegno pubblicitario. Nel scegliere una agenzia è comunque importante non valutare solo questo elemento ma soprattutto professionalità, correttezza e trasparenza. Meglio a volte pagare un po’ di più ma essere seguiti in tutto il “percorso immobiliare”, nel Biellese è consuetudine chiedere da un minimo del 2% + iva ad un massimo del 3% + iva, casi particolari esclusi.

D: Ma la provvigione deve pagarla chi vende od a chi acquista?

R: Come enunciato nell’art. 1754 del Codice Civile Mediatore è colui che mette in relazione due o più parti per la conclusione di un affare, senza essere legato ad alcuna di esse da rapporti di collaborazione, di dipendenza o di rappresentanza. L’articolo 1755 indica che il mediatore ha diritto alla provvigione da ciascuna delle parti (2950), se l'affare è concluso per effetto del suo intervento. La misura della provvigione e la proporzione in cui questa deve gravare su ciascuna delle parti, in mancanza di patto, di tariffe professionali o di usi, sono determinate dal giudice secondo equità.

D: Quanto dura un incarico di vendita?
R: Non esiste una durata stabilita per legge. Mediamente un tempo ragionevole va da un minimo di 4 ad un massimo di 6 mesi, eventualmente rinnovabili.

D: Se una Agenzia non riesce a vendere l’immobile debbo pagarla ugualmente?

R: Articolo 1756 c.c. : salvo patti o usi contrari, il mediatore ha diritto al rimborso delle spese nei confronti della persona per incarico della quale sono state eseguite anche se l'affare non è stato concluso. Nel Biellese gli usi e consuetudini sono che il mediatore venga pagato solo in caso di conclusione positiva dell’affare.

D: Ma quando è che bisogna pagare l’Agenzia?

R: “Il diritto alla provvigione da parte del mediatore consegue non alla conclusione del negozio giuridico, ma dell'affare“ la nozione di "affare" va intesa come un'operazione di natura economica che si risolva in un'utilità patrimoniale, suscettibile peraltro, di conseguenze giuridiche. Essa, pertanto, stante la sua maggiore estensione rispetto al concetto di contratto, è riferibile non solo ai contratti propriamente detti, ma anche a qualsiasi operazione che sia tale da far sorgere obbligazioni. In sostanza, al fine di riconoscere al mediatore il diritto alla provvigione, l'affare deve ritenersi concluso ogni volta che, tra le parti poste in relazione dal mediatore medesimo, si sia costituito un vincolo giuridico che abiliti ciascuna di esse ad agire per l'esecuzione specifica del negozio. Quindi, la stipulazione di un contratto preliminare è sufficiente a far sorgere il diritto dell'agente immobiliare a percepire il proprio compenso, a patto che si tratti di contratto validamente concluso e rivestito dei prescritti requisiti.
Concludendo, il mediatore che chiede il suo compenso alla firma del preliminare è legalmente autorizzato a farlo. Il posticipare questo pagamento a date successive va quindi considerata una agevolazione che il mediatore riserva ai suoi clienti.

D: Che cosa è la Caparra confirmatoria?
R: La caparra è l’aspetto fondamentale di un contratto che impegna seriamente una parte a vendere e l’altra ad acquistare.
Art. 1385 c.c. Caparra confirmatoria - Se al momento della conclusione del contratto una parte dà all'altra, a titolo di caparra, una somma di denaro o una quantità d'altre cose fungibili la caparra, in caso di adempimento deve essere restituita o imputata alla prestazione dovuta (1194).
Se la parte che ha dato la caparra è inadempiente, l'altra può recedere dal contratto, ritenendo la caparra; se inadempiente è invece la parte che l'ha ricevuta, l'altra può recedere dal contratto ed esigere il doppio della caparra (1366. att. 1641). Se però la parte che non è inadempiente preferisce domandare la esecuzione o la risoluzione (1453 ss.) del contratto, il risarcimento del danno è regolato dalle norme generali (1223 ss., att. 1641).

D: Se si firma un preliminare di vendita tramite Agenzia Immobiliare e poi non si compra più bisogna pagare lo stesso l’Agenzia?
R: Se la causa del mancato perfezionamento del preliminare in atto notarile NON è imputabile a errori ed/o omissioni dell’Agenzia allora SI. Per legge il diritto alla provvigione, sia da parte acquirente che venditrice, matura alla firma preliminare e non l’atto notarile.

D: Per comprare un immobile con le agevolazioni prima casa quali vincoli ci sono?

R: L'acquirente, o gli acquirenti, devono dichiarare nell'atto di compravendita:
- di non essere titolare esclusivo (proprietario al 100%) o in comunione con il coniuge (la comproprietà con un soggetto diverso dal coniuge non è ostativa) di diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione di un'altra casa di abitazione nel territorio del Comune dove sorge l'immobile oggetto dell'acquisto agevolato;
- di non essere titolare, neppure per quote o in comunione legale con il coniuge, su tutto il territorio nazionale, di diritti di proprietà o nuda proprietà, usufrutto, uso e abitazione su altra casa di abitazione acquistata, anche dal coniuge, usufruendo delle agevolazioni fiscali prima casa.
- di impegnarsi a stabilire la residenza, entro 18 mesi dall'acquisto, nel territorio del Comune dove è situato l'immobile da acquistare, qualora già non vi risieda.

D: Se rivendo una casa acquistata con le agevolazioni “1° casa” prima di 5 anni cosa succede?

R: L'Agenzia delle Entrate richiederà la differenza d’imposta da 1° a 2° casa, una sovrattassa del 30% e gli interessi di mora a meno che, entro un anno dalla vendita dell’immobile, non si ricompri un altro immobile da adibire a prima casa.
Passati invece 5 anni si è liberi di vendere senza alcun vincolo.

D: Se ritengo di aver subito un torto da un Agente immobiliare cosa posso fare?
R: Il consiglio è quello di fare una segnalazione, ovviamente motivata dettagliatamente, all’associazione di categoria a cui appartiene ( Fiaip e Fimaa le più importanti) e nel caso non sia iscritto, direttamente alla Camera di commercio.
Nell’interesse degli utenti e dei mediatori è sempre ben accetta ogni forma seria di collaborazione e/o segnalazione.


 
fiaip
Studio Immobiliare GEOCASA di Zola Geom. Marco
Via Schiapparelli, 22 - 13900 Biella - Telefono e Fax: 015 401493 - P.IVA 01875500025 e C.F.: ZLOMRC70C02A859J

ORARI di apertura uffici: Lunedì - Martedì - Giovedì - Venerdì: 9:00 - 12:30 e 14:30 - 19:00
Sabato mattina: Solo su appuntamento e Mercoledì: CHIUSO

Immagini, foto e Video pubblicati nel presente sito internet sono di proprietà privata e scaricabili solo ad uso privato e NON commerciale. In caso di un uso improprio del suddetto materiale verranno intraprese vie legali nei confronti dei trasgressori.

Copyright © 2015 - All Right Reserved - Privacy Policy
Powered by awd